Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Gatti e neonati in casa: la cameretta e gli altri spazi!

Il bimbo appena arrivato può convivere tranquillamente con il gatto: basta rispettare le regole basilari dell’igiene e preservare la cameretta del nascituro. Insegna al micio a non arrivare alla culla e abitualo all’idea di non poter dominare la camera del bimbo
 
Quando arriva un neonato in casa la vita del gatto subisce alcuni piccoli cambiamenti. Abitudini e spazi vanno riorganizzati, con una particolare attenzione per la cameretta del bambino. Se è vero infatti che il micio ha bisogno dei suoi momenti di solitudine e di spazi privati, il bimbo avrà la stessa esigenza.
Scritto da Filastrocche
 

Una cameretta tutta per il bimbo

I primi mesi di vita del piccolo sono delicati e ogni mamma sa quanto a volte sia difficile farlo riposare e stare sereno. Il bimbo, inoltre, può essere infastidito dal pelo del gatto ecco perché è meglio che in questa fase l’amico peloso non vada a riposare nella camera del bambino. Il lettino, poi, è un’attrazione irresistibile e il sogno proibito di tutti i gatti è proprio quello di dormire nelle culle dei neonati. Come evitare allora che il lettino si riempia di peli? Tieni la porta della cameretta chiusa. L’ideale sarebbe abituare il gatto a questa limitazione fin dalla gravidanza.
Se invece il bimbo dovesse dormire per un po’ nella stanza matrimoniale che il gatto considera anche sua, prova ad abituare quest’ultimo a riposare altrove rilassandolo ogni sera con degli spray felini (a base di ferormoni). Sistema sul divano, o nella cuccia, una coperta di lana o di pile, materiale che adorerà. Sarà più felice di dormire ovunque tu voglia!
 

Le regole della buona convivenza

Anche se per qualche mese la camera del bimbo verrà preclusa al gatto, ricordati di aprirla di tanto in tanto sotto tua sorveglianza. Il micio farà un giro, annuserà e poi uscirà. Questo serve a non dargli motivo di essere geloso e a non innervosirlo: i felini, si sa, non sopportano che un pezzetto del loro territorio diventi inaccessibile.
Inoltre, cura molto l’igiene. I bambini sono vulnerabili ma alcune semplici regole sono sufficienti a non correre rischi: tieni sempre presente che il gatto, per quanto faccia parte della famiglia e sia amato con sincerità, deve dormire nella sua cuccia e non nel letto. Le stoviglie dedicate a lui devono rimanere separate da quelle degli altri, specialmente da quelle del bambino; le vaccinazioni e gli antiparassitari devono essere appuntamenti fissi per lui.
 

La serenità: una buona regola per tutti

Affrontare i cambiamenti introdotti dall’arrivo di un bambino può essere una sfida dura per chiunque, gatto compreso: segui alcuni semplici consigli per introdurre il nuovo arrivato al micio di casa.
I nuovi doveri e gli interrogativi con cui ci si trova a convivere possono mettere a dura prova i tuoi nervi, ma un buon metodo per far sì che tutto giri per il verso giusto è la serenità.
I felini sanno da soli come comportarsi nella stragrande maggioranza dei casi e, superato il possibile disagio iniziale, sanno instaurare un rapporto proficuo, educativo e di profondo affetto con i bimbi. È molto probabile che il tuo micio, quindi, adotti da solo i giusti comportamenti senza forzature e che si riveli più lieto di quanto ti aspetti del nuovo arrivo in famiglia, per cui abbi fiducia in lui!

Per eventuali altri approfondimenti clicca qui 

Copyright 2011 - Nestlé Purina S.p.a. - P. IVA: 00777280157

Purina TI RISPONDE