Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Your Pet, Our Passion.
Caccia al gatto nell'erba

Tutti desidereremmo riuscire ad interpretare i comportamenti dei nostri amici felini, ecco alcuni consigli.

8 min di lettura

Interpretare il linguaggio corporeo del gatto

A volte potresti meravigliarti di un cambiamento nel comportamento del tuo gatto e potresti chiederti cosa potrebbe significare, o magari vorresti sapere se il tuo gatto è felice.

Anche se i gatti possono sembrare difficili da capire, ci sono molti segni rivelatori che ti potrebbero dare un'idea di ciò che il tuo amico felino sta pensando e di che tipo di umore è! Probabilmente sarai già in grado di riconoscere alcuni degli stati d'animo più evidenti del tuo gatto interpretando il linguaggio del corpo, le espressioni del muso, le vocalizzazioni e i movimenti della coda. Ci potrebbero essere però anche altri segnali, ancor più rivelatori.

Il comportamento felino

Una volta capite le basi del comportamento felino, potresti riuscire a comprendere gli stati d’animo del gattino. Se cerchi una spiegazione al comportamento del tuo gatto, i nostri consigli ti potranno aiutare!

Comportamento di un gatto in condizioni normali

Questa è la modalità in cui il tuo gatto dovrebbe trascorrere gran parte del suo tempo di veglia ed è una fase essenziale del linguaggio felino: dovrebbe essere rilassato, contento e tranquillo nell’ambiente familiare.

Se è sdraiato, potrebbe stendersi, raggomitolarsi a palla o stare disteso con le zampe precisamente infilate sotto alla pancia. Le orecchie dovrebbero essere rilassate, tenute casualmente dritte e in avanti, ma potrebbero anche ruotare se il gatto sta ascoltando cosa succede intorno a lui. I baffi saranno rilassati, lontani dai lati del viso e guardando il muso potrebbe quasi sembrare che sorrida! Il corpo è armonico e rilassato, senza alcuna tensione che suggerisca che stia per entrare in azione.

Comportamento di un gatto concentrato

I gatti sono per natura degli eccellenti cacciatori. Sono infatti in grado di inseguire e catturare la preda con facilità, concentrandosi al 100% sul loro obiettivo. Se il tuo gatto si sta focalizzando su un piccolo oggetto in movimento o su qualcosa di nuovo vicino a lui, noterai che il suo linguaggio corporeo cambierà mentre cerca di capire come reagire nel modo migliore.

Gli occhi solitamente sono aperti e le pupille ristrette. Le orecchie e i baffi potrebbero essere dritti in avanti, con il corpo rivolto verso il centro della loro attenzione. Il corpo potrebbe essere accovacciato a terra mentre cammina, con le zampe posteriori piegate. Il linguaggio della coda, tenuta bassa, indicherà un atteggiamento concentrato. La punta della coda, insieme alla parte posteriore del corpo, potrebbe essere contratta mentre si prepara a balzare.

Questo è uno dei segnali trasmessi dalla coda del gatto più facili da vedere: quando lo vedi, saprai che sta cacciando! Se l'oggetto della loro attenzione sei tu, per esempio se sta cercando di ottenere del cibo o delle carezze, potrebbe strofinarsi contro di te con la coda alzata in aria, ma non farti ingannare: è ancora concentrato sul suo obiettivo finale!

Comportamento di un gatto felice

Un gatto felice è facile da riconoscere: dovresti essere in grado di cogliere facilmente il suo linguaggio corporeo. Questo è lo stato preferibile in cui vedere il nostro gatto.  Quando è seduto, il tuo gatto sarà rilassato con la parte anteriore del corpo probabilmente eretta, con le orecchie rivolte in alto e in avanti, ma rilassate, che a volte ruotano delicatamente verso suoni familiari come le voci dei membri della tua famiglia.

Quando è sdraiato, potrebbe tenere le zampe ben infilate sotto al corpo, stare disteso su un fianco o addirittura sulla schiena, con le zampe aperte verso l'esterno, una posizione che dimostra il massimo della felicità! Può anche sonnecchiare con gli occhi chiusi o socchiusi o avere uno sguardo sonnolento, quasi come se stesse sognando ad occhi aperti!

Se sbatte le palpebre molto lentamente, prova a farlo anche tu per mostrargli che pure tu sei rilassato: questo comportamento di imitazione è un ottimo modo per instaurare un legame con il tuo gatto. I baffi saranno rilassati e la coda ferma o, se è in piedi per salutarti, sarà rivolta in alto con la punta leggermente ricurva. Quando accarezzi il tuo gatto, i suoi occhi potrebbero chiudersi per la felicità e farà dolcemente le fusa.

Comportamento di un gatto ansioso

I gatti possono essere molto sensibili, specialmente ai cambiamenti. Possono impiegare un po’ di tempo per abituarsi a cambiamenti imprevisti, perciò imparare a decifrare i sintomi di un comportamento dettato dall’ansia può aiutarti a riportarlo a uno stato rilassato. Prima riconoscerai questo nel linguaggio corporeo, prima potrai offrirgli una carezza tranquillizzante quando si avvicina a te per essere rassicurato e avere qualche attenzione. Dopo un cambiamento importante, concedi al tuo gatto almeno 2-3 giorni di tempo per abituarsi e tornare alla normalità.

I suoi occhi saranno probabilmente aperti, senza battere le palpebre, le pupille dilatate in una forma ovale o circolare. Le orecchie potrebbero spostarsi dalla normale posizione rilassata a quella rivolta in avanti per cercare più informazioni, ruotando in modo indipendente l'una dall'altra. In caso di forte ansia, può anche abbassare la testa. La testa comincerà a scendere verso il basso, con i baffi tirati indietro lateralmente o anche rivolti in avanti in allerta.

Quando l'ansia aumenta, il tuo gatto potrebbe iniziare a rannicchiarsi o inarcare la schiena per prepararsi a correre. Il linguaggio della coda del gatto è molto importante in questo caso: potrebbe essere ferma o muoversi lentamente da un lato all'altro con la punta, a indicare uno stato d’ansia. Se vedi questo segno distintivo della coda, fai in modo di rassicurarlo.

Comportamento di un gatto impaurito

Il comportamento di un gatto in preda all’ansia può essere impercettibile, ma la paura è in genere più facile da individuare. Se il tuo gatto è spaventato da qualcosa come i rumori forti, non basterà una carezza per rassicurarlo ed è probabile che anche il suo bocconcino preferito non funzioni. Il linguaggio corporeo ti sta dicendo che ha paura e tornerà alla normalità solo quando si sentirà al sicuro. Cerca di evitare movimenti repentini mentre cerchi di confortarlo, perché il tuo atteggiamento potrebbe essere interpretato come un’ulteriore minaccia.

Elimina, invece, se possibile, tutto ciò che potrebbe essere la causa della sua paura e aspetta che si calmi. Se il tuo gatto mostra spesso questo comportamento, faresti bene a rivolgerti al tuo veterinario di fiducia che sarà in grado di consigliarti un comportamentalista per animali. Eventualmente se desideri maggiori informazioni, visita il sito www.sisca.vet, ovvero il Registro Medici Veterinari Esperti in Comportamento Animale.

Le orecchie del gatto in caso di paura saranno appiattite verso la testa, che potrebbe essere abbassata con lo sguardo rivolto verso l'alto. Potrebbe scappare o, se non è possibile, stare seduto o accovacciato immobile. Gli occhi potrebbero essere molto aperti, con le pupille completamente dilatate e i baffi appiattiti o dritti. Potrebbe emettere anche suoni simili a sibili o soffiare nella in direzione da cui proviene la minaccia, soffiare o graffiare.

Alcuni gatti raddrizzano le zampe anteriori per sembrare più alti oppure inarcano la schiena e gonfiano il pelo per sembrare più grandi. La coda può essere tenuta sotto il corpo o mossa vigorosamente da un lato all'altro.

Comportamento di un gatto frustrato

Il tuo gatto potrebbe essere frustrato per un evento specifico di breve durata, per esempio non riuscire a raggiungere il suo giocattolo preferito, o provare una frustrazione più importante ed a lungo termine per la mancanza di stimoli. I comportamenti dei gatti che provano una frustrazione prolungata possono spesso essere mal interpretati, quindi se pensi che il tuo micio possa vivere questa esperienza, è importante parlarne con il veterinario in modo da poterlo aiutare e riportarlo a uno stato d'animo più sereno.

Un gatto frustrato di solito si concentra intensamente sull'oggetto della frustrazione. Tutti i suoi sensi sono focalizzati sull’obiettivo: gli occhi spalancati con le pupille dilatate, le orecchie rivolte in avanti e i baffi stesi innanzi. Potrebbe camminare con fare impaziente se non riesce a raggiungere ciò che vuole.

I gatti non possono mantenere questo atteggiamento per sempre, quindi se non possono ottenere ciò che vogliono, si arrenderanno o, in alcuni casi, entreranno in una frustrazione più lunga o addirittura in depressione, a seconda della causa che genera in loro questo sentimento. I gatti con depressione a lungo termine possono essere spesso letargici, inappetenti e disinteressati al gioco o all’interazione con gli altri.

Comportamento di un gatto arrabbiato

Se il tuo gatto mostra un comportamento rabbioso è importante prestare attenzione a come ci si pone nei suoi confronti. Cerca di evitare sempre di provocarlo: non fissarlo, non gridare, non fare movimenti improvvisi ed evita di toccarlo o confortarlo, perché potrebbe interpretare questi tuoi atteggiamenti come un’ulteriore minaccia e reagire attaccando. Invece, ritirati lentamente, elimina qualsiasi minaccia e dagli tutto il tempo e lo spazio per calmarsi.

Se il tuo gatto mostra regolarmente comportamenti che indicano rabbia, faresti bene a rivolgerti al veterinario o a un comportamentalista per animali che potrà aiutarti a comprendere appieno la causa di questo atteggiamento del tuo amico felino.

Un gatto arrabbiato sarà rigido, con la coda tesa estesa sul collo, rigida e dritta.
Si comporterà in modo molto diverso dal solito: potrebbe stare in silenzio, oppure sibilare, soffiare o ringhiare. Cercherà di apparire grande e minaccioso con il pelo irto, le zampe anteriori rigide o se ne starà accovacciato con fare aggressivo.

Le orecchie saranno tese e appiattite verso la loro testa, mentre i baffi rigidi rivolti lontano dal muso.
Gli occhi avranno uno sguardo fisso e concentrato. In alcuni casi le pupille saranno ristrette, mentre in altri gli occhi avranno una forma arrotondata, con lo sguardo fisso senza battito di palpebre.

Una volta passata la minaccia percepita, il gatto arrabbiato, spaventato o frustrato si sente rassicurato e sollevato, e probabilmente comincerà a comportarsi normalmente. Se è importante riconoscere quando il gatto è arrabbiato o spaventato, è altrettanto importante capire quando si è tranquillizzato perché si può intervenire per aiutarlo a ritrovare la serenità e tornare al comportamento normale e rilassato.