Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Your Pet, Our Passion.
Due gatti seduti su un divano con un cuscino rosso

Scopri notizie interessanti sui cinque sensi del tuo micio e se esiste anche il cosiddetto sesto come sostengono alcuni.

5 min di lettura

Da suonare il pianoforte a eseguire salti mortali all'indietro e arrampicarsi sugli alberi sfidando la gravità, i gatti ci sorprendono costantemente con le loro impressionanti abilità.

Queste incredibili abilità, però, non sarebbero possibili senza i sensi di gatto perfezionati e affinati in migliaia di anni di caccia.

I nostri gatti hanno vibrisse che funzionano come sensori tattili, orecchie che fungono da antenne satellitari e un olfatto sopraffino che batte anche quello dei cani più sensibili. Il mondo sensoriale dei gatti è intrigante e, per molti versi, unico. Per scoprire come i sensi dei gatti lavorano insieme per esplorare il mondo e conoscere notizie interessanti sull’argomento, continua a leggere l’articolo.

Olfatto

La capacità di un gatto di percepire gli odori è molto potente. Con un numero di cellule sensibili agli odori decisamente maggiore di quello dell’uomo, l'olfatto del gatto è un meccanismo meravigliosamente complesso che alcuni ricercatori classificano addirittura superiore a quello dei nostri fidati cani. Non sorprende quindi che un gatto, per ispezionare il proprio ambiente, faccia maggiore affidamento al naso che agli occhi. Dal legame madre-figlio alla caccia, passando per l’accoppiamento e l’esplorazione del mondo, l'olfatto è il mezzo più affidabile per i gatti per raccogliere informazioni fondamentali.

Oltre alle interazioni sociali, questo potente senso è uno dei migliori strumenti di caccia che un gatto possa desiderare, che gli consente di identificare la preda molto prima che questa possa sospettare un eventuale pericolo. Lo stesso vale anche per il cibo ben nascosto in fondo alla credenza della cucina...

Una curiosità sull'olfatto dei gatti

I gatti hanno un doppio meccanismo olfattivo, infatti hanno i normali recettori olfattivi usati per captare gli odori presenti nell'aria ed oltre a questi hanno pure un ulteriore organo sensoriale situato nel palato, chiamato organo vomeronasale, che ha una funzione leggermente diversa in quanto coglie i ‘segni’ dei feromoni che i normali recettori olfattivi non sono in grado di rilevare. I feromoni sono importanti perché veicolano informazioni sociali, di accoppiamento e territoriali.

Vista

Sebbene sia opinione comune che i gatti abbiano un’ottima visione notturna, in realtà tendono a vedere meglio all'alba e al tramonto, momenti in cui, in natura, le loro prede si muovono maggiormente. La visione notturna dei gatti è notevolmente migliore della nostra, ma hanno una ridotta capacità di mettere a fuoco correttamente gli oggetti lontani. Gli esseri umani possono vedere da lontano fino a 5 volte meglio dei gatti. I gatti hanno un campo visivo di 200 gradi, quindi maggiore di quello dell'uomo (180 gradi) che consente una migliore visione periferica.

Sono anche più bravi a cogliere i minimi movimenti e cambiamenti di luce, come la piccola ombra di un topo che si muove. È interessante notare come i gatti possano vedere molto di più perifericamente, ma hanno una visione limitata dei colori e vedono soprattutto nelle tonalità di blu e verde, mentre il rosso sembrano confonderlo.

Udito

Come prevedibile, la natura predatoria del gatto si basa su un’ottima ‘progettazione’ felina e l'udito non fa eccezione. Un piccolo fruscio tra le foglie a terra potrebbe passare inosservato a noi umani, ma il gattino drizzerà rapidamente le orecchie e andrà subito a indagare. Le orecchie di forma conica funzionano come un'antenna parabolica felina che li aiuta a sentire una vasta gamma di frequenze. Hanno un udito particolarmente sviluppato e sono in grado di cogliere un grandissimo numero di frequenze. 

La forma dell'orecchio esterno del gatto svolge due funzioni in una: aiuta ad amplificare il suono mentre viene trasmesso all'orecchio medio e interno e rileva esattamente da dove proviene il rumore. L'udito è particolarmente utile per cacciare o per evitare di essere cacciati, quindi non c'è da stupirsi che questo senso felino si sia evoluto fino a diventare un meccanismo di rilevamento impressionante.

Un mito sull'udito dei gatti sfatato

Talvolta i gatti con mantello bianco e occhi azzurri risultano essere affetti da sordità. Ciò si verifica quando questi gatti presentano nel loro patrimonio genetico il gene w detto anche gene bianco dominante che provoca una degenerazione dell’orecchio interno che porta alla sordità. Questo però non si verifica sempre e non vale assolutamente per tutti i mici di questo colore. 

Gusto

La maggior parte dei sensi dei gatti è molto sensibile, ma il gusto fa eccezione. I felini domestici hanno un numero inferiore di papille gustative rispetto, ad esempio, al cane. Questo significa, per esempio, che i gatti non sono in grado di percepire il sapore dolce. Tuttavia, molti credono che il senso dell'olfatto così acuto compensi un gusto piuttosto debole.

Un senso del gusto unico

Gatto contento con la faccia strofinata

Il gusto è un fattore importante per la scelta, il consumo e l’accettazione degli alimenti. Ricordiamoci però che non sono in grado di percepire il gusto dolce poiché i recettori di questo gusto presenti sulla lingua del gatto non sono attivi.

Tatto

Il sofisticato senso del tatto del gatto è sempre presente per supportare e potenziare la loro vista. Le vibrisse sono il radar di un gatto e funzionano come recettori tattili che li aiutano a misurare accuratamente le distanze. Se vedi il gatto muoversi con successo in spazi impossibilmente stretti o saltare con grazia su sporgenze sottili, sappi che sono le vibrisse a ‘guidarlo’. Per saperne di più sul perché i gatti hanno le vibrisse leggi il nostro articolo.

Il sesto senso del gatto

I gatti sono creature misteriose e la maggior parte dei proprietari si ritrova a chiedersi cosa vedono quando fissano il divano così intensamente o cosa stanno cercando di catturare con le zampe sospese in aria. Non siamo in grado di spiegare completamente il comportamento dei mici, per questo molti proprietari hanno finito per credere che i loro amici felini siano dotati di un’abilità speciale, ovvero un sesto senso, con cui giustificare atteggiamenti inspiegabili. Non esistono comunque prove concrete che i felini domestici siano in grado di rilevare situazioni o cose che esulano dai soliti cinque sensi.

I nostri cari felini hanno tuttavia una facoltà affidabile che li rende in un certo senso ‘magici’. Secondo alcuni studi hanno rivelato che far stare insieme un gattino con un bambino autistico o una persona affetta da demenza può essere estremamente utile. La speciale connessione gatto-paziente è in grado di trasformare la vita delle persone, quindi anche se il sesto senso di un gatto non esiste, i nostri felini sono comunque creature straordinarie.

Zampa da leccarsi il gatto

Ecco dunque svelate le straordinarie capacità sensoriali del gatto. Il viaggio nell'affascinante mondo dei gatti continua con queste divertenti curiosità o approfondimenti sulla psicologia felina per il benessere emotivo del tuo micio.