Skip to main content
Nathalie

Responsabile sostenibilità presso Purina

Sostenibilità

Vai alla sezione >

L'agricoltura rigenerativa comprende una vasta gamma di pratiche agricole e di pascolo che mirano al ripristino e alla gestione sostenibile dello stato di salute del terreno, attraverso il sequestro del carbonio organico del suolo. Offre molteplici vantaggi, come la rigenerazione della fertilità del suolo (attraverso la materia organica), il ripristino della biodiversità del suolo, il sequestro del carbonio dall'atmosfera nel suolo (abbassamento dei livelli di carbonio), la prevenzione dell'erosione e una maggiore disponibilità di acqua. Inoltre, riduce la dipendenza dai fertilizzanti chimici ricostruendo i cicli dell'azoto a vantaggio della fertilità del suolo (ad esempio includendo i legumi nelle rotazioni e impiegando concime organico).

Elemento grafico

L'agricoltura rigenerativa comprende l'agricoltura conservativa, che include tre pratiche principali:

Massima copertura del suolo
Quando il terreno è coperto da piante, queste lo proteggono dall'erosione. Quando le piante si decompongono, forniscono nutrimento ai microrganismi e ai lombrichi che vivono sotto la superficie e che svolgono un compito molto importante: lavorano il terreno senza l'impiego di macchine.

Minima lavorazione e minimo disturbo del suolo
La lavorazione del suolo, come l'aratura, effettuata dopo ogni raccolto rivolta il terreno, uccide la vita in esso contenuta (funghi, batteri, lombrichi...) e rilascia CO2 nell'atmosfera. Riducendo al minimo le lavorazioni si favoriscono il mantenimento del carbonio, la biodiversità e le riserve idriche del suolo, per un maggiore rispetto dell'ambiente.

Diversificazione della rotazione delle colture
La rotazione delle colture aiuta a sviluppare la resilienza del sistema agricolo, riducendo al minimo le malattie e la necessità di fertilizzanti aggiunti, dato che diverse piante utilizzano e ripristinano differenti nutrienti.

I vantaggi dell'agricoltura rigenerativa sono molteplici: prevenzione dell'erosione del suolo, miglioramento della qualità e della disponibilità dell'acqua, ripristino della biodiversità e riduzione dei gas serra/sequestro della CO2 che contribuisce tra l'altro alla prevenzione e alla riduzione del riscaldamento globale.

In Purina abbiamo diversi progetti pilota attivi e in corso di realizzazione in Europa volti a formare e sostenere gli agricoltori sul campo per aiutarli a praticare l'agricoltura rigenerativa e comprenderne i benefici a lungo termine per le loro aziende agricole. Tali programmi si prefiggono inoltre di quantificare il carbonio effettivamente non emesso e sequestrato nel suolo con queste pratiche, nonché di capire come rendere questo modello attraente per gli agricoltori affinché adottino l'approccio rigenerativo. Stiamo studiando attivamente ulteriori modi per estendere queste iniziative alle nostre strutture principali di approvvigionamento degli ingredienti.

Il prossimo passo è scoprire cosa facciamo per ridurre il nostro consumo di acqua.

TOP
Attenzione!
Si è verificato un errore
Se il problema persiste, effettua il logout e prova a accedere nuovamente.
Purina TI RISPONDE