Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Cane e bambino: decalogo per una buona convivenza

Adottare un cane è un atto d’amore che arricchisce tutta la famiglia, in special modo quando ci sono dei bambini piccoli. Il rapporto fra cane e bambino, infatti, se impostato seguendo alcune regole, si rivela molto educativo. Ecco un pratico decalogo per non sbagliare:

 

1. La suddivisione degli spazi  

Condividere sì, ma non sempre e non tutto: per un rapporto sano e proficuo fra il cane e il bambino bisogna che entrambi abbiano degli spazi personali. Il quattrozampe deve essere sicuro che i suoi giochi, la sua cuccia, la sua ciotola del cibo e dell’acqua non gli saranno mai sottratti. Così come il bambino deve avere i suoi spazi privati e puliti.

2. Il cane non è un giocattolo 

 È bene chiarire fin dal primo momento che il cane non è un giocattolo per il bambino. Quando adotti un cane, prepara i tuoi figli parlando con loro e spiegando che gli animali domestici vanno rispettati: anche loro provano sentimenti come la rabbia, la tristezza, la gioia, e provano sensazioni come il dolore e il piacere.

3. Il cane non è un babysitter 

 Pensare che il cane sia in grado di prendersi cura di un bambino è sbagliato. Anche se si rivela affettuoso, accudente ed educato. Il cane può infatti provocare involontariamente dei danni al piccolo. Un morso per giocare, un salto troppo irruente, sono episodi che possono velocemente trasformarsi in pericoli.

4. L’adulto deve sorvegliare  

Quando i bambini sono piccoli (sotto ai sei anni), è bene che un adulto resti sempre a sorvegliare gli incontri con il cane. È infatti importante ricordare che a volte il quattrozampe interpreta le movenze scoordinate dei piccoli come un pericolo. Anche il bimbo può fare male al cane, specialmente agli occhi e al naso, molto sensibile.

5. Non disturbare il cane  

Ci sono dei momenti in cui il cane non vuole e non deve essere disturbato: quando mangia e quando dorme. Non tutti gli amici pelosi reagiscono allo stesso modo e alcuni sopportano docilmente ma altri si arrabbiano molto e in ogni caso si stressano.

6. Condividere le cure al cane 

Per un buon rapporto fra cane e bambino, è importante insegnare a quest’ultimo a prendersi cura del cucciolo. Questo contribuisce a instaurare un solido rapporto fra i due e a insegnare al bambino che cosa significa avere la responsabilità di un altro essere vivente.

7. A ognuno il suo compito  

Prendersi cura del cane è quindi una regola importante, ma i bambini non possono fare tutto. Insegna a tuo figlio a far trovare al cane una ciotola di acqua sempre fresca e, se ha l’età, a portarlo fuori casa per fare due passi.

8. Evitare l’effetto sorpresa 

 Se il bambino prende il cane di sorpresa, da dietro o mentre dorme o sonnecchia, l’animale potrebbe impaurirsi e reagire male. Cerca quindi di insegnare al piccolo ad avere un approccio corretto con il quattrozampe.

9. Non urlare  

Il bambino non dovrebbe mai urlare in presenza del cane. Questo perché l’animale ha un udito finissimo e si rischia di farlo preoccupare e impaurire.

10. Incoraggia l’amicizia 

Il cane non deve avere paura del bambino piccolo così come il bambino non deve averne del cane. Per impostare fin da subito un buon rapporto, da cui nascerà un’amicizia intima ed eterna, è importante stabilire tutte le regole fin dal primo giorno e poi farle rispettare sempre. Il genitore deve sì sorvegliare, ma senza inutili preoccupazioni, e ben presto si accorgerà che sta nascendo qualcosa di importante!

 

I 7 benefici del cane in famiglia

Quali animali scegliere per i bambini?

Leggi altri articoli del Pet Magazine

Copyright 2011 - Nestlé Purina S.p.a. - P. IVA: 00777280157

Purina TI RISPONDE