Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Your Pet, Our Passion.
Norvegese delle foreste

Norvegese delle foreste

Il gatto della foresta norvegese è più grande del gatto medio. È una razza elegante con un mantello semi-lungo (è un po 'più corto in estate). Il corpo è longilineo, muscoloso e costituito da una solida struttura ossea. Ha le gambe lunghe e una coda folta. La testa è lunga e triangolare con un profilo dritto e orecchie a punta alta a ciuffi. Un mantello di pelo liscio e lucido copre il sottopelo lanoso, idrorepellente. Presenta un collare di pelo sul petto, le zampe e persino qualche ciuffo tra le dita. Il gatto della foresta norvegese può essere di qualsiasi colore tranne cioccolato, lilla o colorpoint (la colorazione del siamese per intendersi) e può avere qualsiasi quantità di macchie bianche su zampe, petto, pancia o musetto. Gli occhi possono essere di qualsiasi colore.

Cosa ti serve sapere
  • Gatto estremamente attivo e curioso
  • Gatto socievole e dipendente dal contatto umano
  • Gatto piuttosto silenzioso
  • Razza di corporatura robusta e solida
  • Ha bisogno di essere spazzolato ogni giorno
  • Non hypoallergenic breed
  • Gatto outdoor
  • Potrebbe richiedere un ambientamento prima di vivere con i bambini
Il gatto della foresta norvegese è in piedi nel cortile

Personalità

I gatti norvegesi delle foreste amano le persone e la loro compagnia. A volte possono essere molto esigenti di affetto, altre volte sembrano abbastanza indipendenti. Sono abituati a una vita all'aperto e sono ben adattati per vagare e cacciare all'esterno e si dice che siano scalatori eccellenti. Possono essere compagni molto gratificanti in quanto sono estremamente amichevoli e giocosi. La razza ha uno sviluppo lento e potrebbe non arrivare al completo sviluppo fino ai quattro anni.

Il gatto della foresta norvegese è l'albero da arrampicata

Origine

Paese d'origne: Scandinavia

Il gatto norvegese delle foreste è una razza che si ritiene provenga dai gatti a pelo corto che furono importati dalla Gran Bretagna dai Vichinghi e dai gatti a pelo lungo portati dai crociati in Scandinavia, che poi si accoppiarono con i gatti selvatici locali. L'origine della razza nel freddo nord della Scandinavia ha fatto sì che si adattasse molto bene agli inverni freddi, divenendo robusta e resistente. Il miglior adattamento al clima è rappresentato dal mantello a doppio strato, che ripara da vento e neve e si asciuga rapidamente. La razza fu riconosciuta per la prima volta in Norvegia nel 1970 e fu presentata nelle expo negli anni 80. I primi gatti norvegese delle foreste furono esportati dalla Norvegia solo negli anni '70.