Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Your Pet, Our Passion.
Pro Plan logo
Cucciolo dato cibo in ciotole

Una guida completa per la nutrizione cucciolo

11 min di lettura
Pro Plan logo
Consigliato da Pro Plan

Per una corretta educazione e una sana crescita del cucciolo, è necessario rispettare alcune regole base nella gestione dei pasti che sono: digeribilità e appetibilità degli alimenti, completezza dell’apporto nutrizionale in base alle caratteristiche specifiche di età, peso e razza. Ecco tutto ciò che devi sapere per impostare delle sane abitudini alimentari per il tuo cucciolo che dureranno fino all'età adulta.

Come nutrire il tuo cucciolo

Il tuo cucciolo sembra così piccolo ora, ma dovrà crescere tanto e lo dovrà fare in un breve lasso di tempo! In soli 12 mesi (per i cani di taglia piccola e media, fino a 24 mesi e oltre per quelli di taglia grande) diventerà un adulto a tutti gli effetti.

Nel frattempo, il suo corpo e il suo cervello devono svilupparsi in modo incredibilmente rapido. Un alimento completo, bilanciato e di alta qualità per cuccioli lo aiuterà ad arrivarci. Ne ha bisogno, in quanto un cucciolo in salute e vivace può bruciare fino al doppio delle calorie di un cane adulto!

Nutrire bene il tuo cucciolo è anche una parte importante per avere cura della sua salute e felicità. Una volta che il cucciolo è abbastanza grande per mangiare cibi solidi - di solito quando ha 6-8 settimane di vita - è il momento di introdurre alimento completo e bilanciato appositamente formulato per soddisfare le sue esigenze.

Organizzazione del pasto

Il posto in cui mangia il cucciolo deve essere facilmente accessibile e tranquillo. Una volta scelto il luogo, i pasti dovranno sempre essere somministrati lì. Per evitare stress, disagio e consolidare le buone abitudini, il cucciolo dovrà mangiare sempre agli stessi orari, per tre/quattro volte al giorno fino ai 4 mesi. Durante i primi 3 mesi, per facilitare la masticazione, la razione alimentare può essere leggermente inumidita. Dai 5 mesi fino all’età adulta il cucciolo mangerà due volte al giorno, la mattina e alla sera. Ai fini di una migliore socializzazione con la sua famiglia umana, può essere consigliabile insegnare da subito al cucciolo che può ricevere il pasto da tutti i membri della famiglia. Alla fine del pasto, la ciotola del cibo dovrà essere sempre lavata e ritirata.

Alimentazione del cucciolo e idratazione

Accanto alla ciotola del cibo, non deve mancare mai una ciotola d’acqua fresca e pulita, cambiata frequentemente e sempre a disposizione. L’acqua corrente è l’ideale.

Varia la dieta

L’alimentazione deve essere sempre completa e regolare. Qualsiasi variazione va effettuata gradualmente, soprattutto se si passa da una marca all'altra o dal cibo in scatola a quello secco. L’approccio ideale consiste nell'aumentare progressivamente le dosi di cibo nuovo, riducendo in proporzione quelle del vecchio. È importante evitare di dare al cucciolo ossa (in particolare di pollo e coniglio, vedi paragrafo dedicato ai “no”), avanzi di cucina, alimenti per gatti o spuntini tra un pasto e l'altro; soprattutto, bisogna assolutamente evitare la cioccolata perché contiene teobromina, una sostanza chimica tossica per i cani.

Quali alimenti per il cucciolo?

Gli alimenti formulati appositamente per i cuccioli sono l'alimentazione ideale per il nuovo membro della tua famiglia. Perché sono completi bilanciati, il che significa che contengono tutto ciò di cui il tuo cucciolo ha bisogno per aiutarlo a crescere in modo sano. Non c'è bisogno di supplementi o bocconi extra di cibo umano poiché il nostro regime alimentare non è assolutamente adeguato per un cucciolo e potrebbero fare più male che bene... Non importa quanto insistentemente il cucciolo ti faccia gli occhi dolci, non cedere!

Ecco cosa cercare negli alimenti completi e bilanciati per cuccioli:

L'alimento per cuccioli è di solito più energetico rispetto all'alimento per cani adulti, poiché i cuccioli hanno bisogno di molta energia durante le loro fasi di crescita.

Gli alimenti per cuccioli tendono a includere un maggior contenuto di proteine per sostenere il sano sviluppo dei loro organi durante la crescita.

Livelli elevati di nutrienti essenziali come calcio, magnesio, ferro, zinco e vitamina D sono determinanti nello sviluppo di denti e ossa forti.

Le crocchette di piccole dimensioni facilitano la masticazione e la deglutizione: i cuccioli spesso adorano sgranocchiare l'alimento secco e lo mangiano volentieri durante il pasto.

Quanto dare da mangiare al cucciolo

Cucciolo dato cibo in ciotole

Molto spesso, un cucciolo vorrebbe mangiare più di quanto necessiti. Per ottenere il giusto equilibrio tra ciò di cui ha bisogno ed evitare la sovralimentazione è consigliabile dargli da mangiare piccole quantità di cibo con una certa frequenza.

La quantità corretta dipende dalla sua età, dal suo peso e dai consigli forniti dal medico veterinario.

Man mano che il tuo cucciolo cresce aumenterà anche il suo appetito. Per fornirgli l'energia supplementare di cui ha bisogno per sostenere le fasi progressive della crescita e aumentare la massa muscolare, dovrai aumentare le quantità dI alimento che gli somministri.

A seconda della taglia, un cucciolo di sei mesi può richiedere fino al doppio dell'apporto calorico giornaliero di un cucciolo di due mesi! Come regola generale, aumentare gradualmente la quantità delle porzioni nei primi 12 mesi, dopodiché la maggior parte dei cuccioli può passare all'alimento per adulti.

Ricorda sempre di verificare con il tuo medico veterinario prima di aumentare o diminuire la razione giornaliera poiché i cuccioli hanno un fabbisogno energetico diverso in base alla taglia. Le taglie grandi, ad esempio, passano al cibo per adulti in un secondo momento, a circa 18-24 mesi.

Quanto dargli da mangiare in base all’età

Ecco i consigli su quanto nutrire il tuo cucciolo:

  • dall'introduzione dell'alimento solido alla fine dello svezzamento (di solito all'età di due mesi) - 4-6 pasti al giorno;
  • da due a tre mesi: 4 pasti al giorno;
  • da quattro a sei mesi - 2-3 pasti al giorno;
  • oltre sei mesi - 2 pasti al giorno.
dare da mangiare a un cucciolo


Ricordati di chiedere consiglio al medico veterinario che saprà supportarti adeguatamente in queste fasi. Non essere tentato di aumentare la quantità di alimento da somministrare al cucciolo poiché potrebbero verificarsi una serie di condizioni sfavorevoli durante il suo accrescimento.

Leggi sempre attentamente le indicazioni e la tabella con la razione giornaliera presente sulla confezione dell'alimento per cuccioli, sono un buon punto di partenza come informazione. La quantità esatta di cibo che dovresti dare al tuo cucciolo può variare in base all'età, al peso corporeo, alle sue esigenze specifiche e all'attività fisica giornaliera. Cuccioli più attivi consumeranno più energia, quindi potrebbero aver bisogno di più alimento come carburante!

Pesare regolarmente il cucciolo ti aiuterà ad assicurarti che abbia il peso in linea con la sua età, la sua taglia e la sua razza. È consigliabile rivolgersi al medico veterinario che monitorerà la crescita ed il peso del tuo nuovo amico a quattro zampe.

Alimentazione ed esercizio fisico

Evita di dare da mangiare al cucciolo immediatamente prima o dopo l'esercizio fisico e lascia passare un'ora tra l'alimentazione e l'attività. Può essere una buona idea abituare inizialmente il cucciolo a riposarsi subito dopo aver mangiato.

Cucciolo in esecuzione in un giardino

Questo per evitare il rischio di disturbi al tratto gastrointestinale e anche l'eventualità di una condizione più grave che si verifica in particolare nelle razze grandi e giganti, dove il loro stomaco può gonfiarsi e torcersi.

Questo problema si chiama gonfiore gastrico (e torsione) ed è una grave situazione che richiede cure veterinarie urgenti e immediate.

Secco e umido: come nutrire il cucciolo correttamente

Alimentare un cucciolo: è importante considerare anche il “come”.

  • L'alimento umido per cuccioli va servito a temperatura ambiente, perché ha un odore più appetitoso ed è più facile da digerire. Se si conserva il cibo in frigorifero, ricordarsi di tirarlo fuori circa un'ora prima dei pasti. Per riscaldarlo, va bene il microonde per un breve periodo di tempo, ma assicurati di servirlo sempre a temperatura ambiente e mai caldo.
  • Mentre l'alimento umido si deteriora rapidamente se rimane a contatto con l'aria, l'alimento secco può mantenersi per tutta la giornata senza rovinarsi. Alla maggior parte dei cuccioli piace la consistenza dell'alimento secco, ma se il tuo lo preferisce inumidito, o c'è un'indicazione veterinaria per evitare le crocchette, lascia queste ultime ad ammorbidirsi in un po' d'acqua a temperatura ambiente per alcuni minuti prima di servirle. Dato che l'alimento secco può contribuire alla rimozione della placca, se il tuo cucciolo preferisce l'alimento umido/inumidito puoi chiedere consiglio al medico veterinario su come supportare il suo igiene orale. 

Tieni presente che l'aggiunta di snack per l'igiene orale va tenuto in considerazione nell'apporto calorico giornaliero e ricorda di farti supportare dal medico veterinario nella scelta e nel calcolo della razione giornaliera.

I cibi no per il cucciolo

Si dice “occhi da cucciolo” per una buona ragione: i cuccioli sanno esattamente come ottenere ciò che vogliono, soprattutto quando si tratta di chiedere più cibo! Che il tuo cucciolo mantenga un'alimentazione sana ed equilibrata dipende da te. Fai del tuo meglio per ignorare le sue richieste per ottenere bocconcini o avanzi della tua tavola. Un giocattolo, una passeggiata o un gioco sono un'ottima alternativa.

Cucciolo dai capelli lunghi che tiene un piacere in bocca

Se ti arrendi occasionalmente alle sue richieste, questi extra non dovrebbero mai rappresentare oltre il 10% della razione totale del tuo cane, altrimenti rischi di annullare i benefici di un'alimentazione completa e bilanciata.

Inoltre, tieni sempre presente che ci sono alcuni alimenti da evitare. Non dare mai da mangiare, ad esempio, il cioccolato degli umani a un cane: per lui è tossico.

Ecco alcune cose che non dovresti mai dare ad un cucciolo:

  • carne cruda;
  • cioccolato;
  • aglio;
  • cipolla;
  • uva / uvetta.

Consulta il medico veterinario per un elenco completo di alimenti altamente tossici che dovresti evitare di far mangiare al tuo cucciolo.

Come fare per cambiare alimentazione al cucciolo

Cucciolo dato cibo in ciotole

Il tratto gastrointestinale del tuo cucciolo è molto sensibile e se cambi improvvisamente il cibo può facilmente risentirne, che si tratti di cibo umido e secco, di una marca diversa o del passaggio dalla formula per cuccioli a quella per adulti.

Se lo hai appena portato a casa, è una buona idea attenerti inizialmente alla scelta di alimento consigliato dall'allevatore o dal centro rifugio, a meno che non ci sia un'indicazione differente del medico veterinario.

Se hai bisogno di modificare il suo alimento, è necessario un po' di tempo affinché il suo apparato digerente si adatti al cambiamento. Aggiungi po' del suo nuovo alimento a quello vecchio, inserendo gradualmente sempre di più di quello nuovo nel corso di 7-10 giorni fino a quando il tuo cucciolo non starà mangiando solo il nuovo cibo.

cibi di transizione


Se passi da un alimento umido per cuccioli ad un alimento secco, il cucciolo potrebbe impiegare del tempo per adattarsi. Lo masticherà più attivamente, potrebbe richiedere più tempo per mangiare e avrà sicuramente bisogno di più acqua.

Se passi dal secco all'umido, non stupirti se beve un po' meno e se la consistenza può sembrargli insolita. In ognuna di queste situazioni ricorda che puoi farti supportare dal medico veterinario.

passaggio dal cibo umido a quello secco


Vale la pena ricordare che una porzione di alimento secco sembrerà più piccola di una porzione di alimento umido. Infatti, l'alimento umido contiene una quantità di acqua maggiore per cui, il tuo cucciolo potrebbe aver bisogno di mangiare proporzionalmente più cibo umido per ottenere le stesse calorie dell'alimento secco. Per questo motivo è sempre importante seguire le tabelle con la razione giornaliera riportate sulla confezione. Segui i nostri consigli su come nutrire il tuo cucciolo e avrai un cane felice, sano e con molta energia per giocare!

Sensibilità alimentare e digeribilità degli alimenti per il cucciolo

La sensibilità alimentare è la terza malattia più comune nei cani. Oltre a disturbi della pelle e del pelo, può provocare anche gravi affezioni gastriche e intestinali. I cani sensibili spesso traggono beneficio da alimenti privi di alcuni ingredienti che facilmente scatenano reazioni avverse al cibo. Nel caso del cucciolo sensibile, la questione è ancora più delicata perché le formule nutritive devono essere appetibili e idonee alla crescita, ma allo stesso tempo integrare fonti proteiche “a prova di sensibilità”.

Alimentazione del cucciolo: ultimi suggerimenti utili

Quando è abbastanza grande, puoi inserire, chiedendo sempre consiglio al medico veterinario, degli snack di diverse consistenze come parte della razione giornaliera del tuo cucciolo. Questi snack possono anche contribuire all'igiene orale.

  • Servi al cucciolo l'alimento umido a temperatura ambiente in modo che abbia un odore appetitoso. Sigilla con cura le lattine non terminate. Conservali in frigorifero e consumali entro 24 ore.
  • Evita cibi come carne cruda e ossa, e assicurati che il tuo cucciolo non mangi mai cioccolato, cipolla, aglio, uva o uva passa, perché sono tutti tossici per i cani.
  • Se possibile, dai da mangiare al tuo cucciolo lo stesso alimento che gli veniva dato prima di portarlo a casa, chiedendo consiglio anche al medico veterinario.
  • Se cambi alimentazione, ricorda di farlo in modo graduale in 7-10 giorni iniziando dal vecchio alimento e aggiungendo gradualmente il nuovo.
  • Se devi nutrire più di un cucciolo, fallo separatamente in modo che uno non mangi più dell'altro e non ci sia competizione tra loro.

Un cucciolo felice e sano ha bisogno sia dell'alimentazione che di una buona dose di esercizio fisico. Assicurati che i vostri primi mesi insieme passino nel modo più agevole possibile con le nostre utili guide per cuccioli. Scopri come puoi aiutarlo a diventare un compagno affettuoso e cosa fare quando il tuo cucciolo sperimenta una crisi di ansia da separazione.