Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

La nostra risposta alla superficialità del Salvagente

In Purina, prendiamo seriamente in considerazione le preoccupazioni riguardo la sicurezza alimentare e i controlli di qualità, incluse quelle riguardo contaminanti quali micotossine e acrilamide.
Per questo non possiamo non reagire all’articolo della rivista Il Salvagente che riprende in maniera parziale, superficiale e non trasparente i dati pubblicati sulla rivista svizzera La Borsa della Spesa, non rendendo pubblico l’intero studio, ma additando solo Purina (e un’altra marca non distribuita in Italia) e non tutte le marche citate dallo studio con risultati analoghi.
 
Oltretutto, i dati in nostro possesso provenienti da due indipendenti e noti laboratori specializzati in analisi su food e petfood, nonché certificati ISO 17025, indicano livelli molto più bassi di acrilamide di quelli riportati nel test. Infatti, ci risultano livelli tutti al di sotto del livello Europeo di 300 ppb per i cereali nel cibo per umani, che è il benchmark per la sicurezza alimentare considerato nelle analisi riportate nell’articolo.
 
In Purina, svolgiamo circa 300 test ogni giorno sulle materie prime e i materiali di confezionamento che entrano nelle nostre fabbriche e operiamo altri 1.100 controlli durante il processo di produzione e sul prodotto finito, in modo da assicurare la qualità e la sicurezza del nostro petfood. Siamo inoltre allineati o superiamo ogni principale standard riguardo a sicurezza e qualità del petfood, inclusi quelli emessi dalla Commissione Europea e dalle norme degli stati membri, EFSA e FEDIAF.
 
Per quanto riguarda l’altro aspetto valutato dallo studio, e cioè le micotossine, la legislazione Europa determina il livello di micotossine consentito nelle materie prime e nei prodotti finiti intesi per consumo umano o animale. Tutti i prodotti Purina citati nello studio in riferimento alle micotossine sono bene al di sotto dei limiti europei fissati per il petfood.
 
Non da ultimo, nell’articolo sono stati volutamente omessi i dettagli della metodologia utilizzata in questo studio ed è pertanto impossibile valutare l’accuratezza scientifica dei valori che fornisce. Non siamo quindi  in grado di spiegare le differenze con i risultati delle analisi che ci forniscono i laboratori indipendenti con cui lavoriamo.
In più, bisogna considerare che la dimensione ridotta dello studio rende  difficile considerarlo rappresentativo.
 
In conclusione, l’informazione riportata dal Salvagente in Italia risulta parziale e superficiale, e invitiamo a dare trasparenza ai consumatori sull’interezza dello studio.

Copyright 2011 - Nestlé Purina S.p.a. - P. IVA: 00777280157

Purina TI RISPONDE