Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

La toelettatura dei cani, come farla in casa

Come prendersi cura della pulizia e dell’aspetto del cane ogni giorno e con il fai da te: tutte le regole base per iniziare a cavarsela da soli

Occuparti personalmente della bellezza e della pulizia del tuo cane può essere impegnativo ma dare anche tante soddisfazioni. Il tuo amico a quattro zampe, inoltre, ne sarà felice vedendo tutto l'amore e la dedizione che gli dimostri. Bastano gli strumenti giusti e un po’ di organizzazione che renda il momento della toelettatura una piacevole routine.
 

Ogni quanto fare il bagno

L'igiene del cane inizia con il bagno, operazione fondamentale per tenerlo sempre pulito e profumato. Ma quante volte e come farlo? C’è da dire che molti cani amano questo momento di coccole e gioco e si fanno lavare di buon grado. Se il tuo cane ha il pelo corto, puoi procedere con bagni frequenti (circa una volta al mese) ma non prima di aver avuto indicazioni dal veterinario di fiducia in quanto troppi lavaggi seccano la pelle e possono predisporre ad allergie ed eczemi. Le uniche accortezze vanno riservate alla temperatura dell’acqua e al detergente. Quest’ultimo deve essere delicato e non alterare il Ph della pelle del cane: è bene quindi scegliere un prodotto specifico per il tuo animale.
 

Prima della toelettatura dei cani, fare il bagno!

Prima di fare il bagno al tuo cane, usa del cotone idrofilo da mettere nelle orecchie per evitare che l’acqua vi si introduca. Un’altra operazione importante riguarda il pelo: se è medio o lungo va prima spazzolato con cura per rimuovere il mantello morto. Se è molto annodato, usa uno spray districante da comprare nei negozi specializzati. Fatto tutto questo, sei pronto per farlo entrare nell’acqua.
 
Se scegli la vasca, usa un buon tappeto antiscivolo, riempila con acqua tiepida e non calda e bada che il cane si bagni fino alle ginocchia circa. Quindi insapona e friziona il suo pelo per bene, fino a vedere che si crea la schiuma. Anche il risciacquo è molto importante e deve essere generoso: fai scorrere l’acqua sul cane fino a quando non la vedrai limpida, evita accuratamente di farla andare sul muso e negli occhi. Infine, asciuga il cane, meglio se con il phon.
 

La pulizia delle orecchie

È bene controllare periodicamente le orecchie del cane poiché se presentano fuoriuscite di fluidi, graffi o arrossamenti occorre un controllo veterinario. Le orecchie possono inoltre nascondere parassiti vari, fra cui le zecche; è bene quindi guardarle dopo ogni passeggiata nella natura. Il normale cerume, invece, va rimosso periodicamente ma non durante il bagnetto e non con acqua corrente. Un secco no anche ai bastoncini di cotone usati dagli umani. Meglio invece procedere con un detergente apposito per cani e con l’aiuto di una semplice garza inumidita.


La cura delle unghie

Durante il bagno anche le unghie si puliscono. Tuttavia a volte, dopo aver corso nei prati, queste possono rimanere incrostate e richiedere un lavaggio in più. Inoltre, di tanto in tanto è bene dar loro una spuntatina, soprattutto se il cane vive molto in casa e non ha occasione di limarle in modo naturale.
 
Ma il cane gradisce? La risposta è sì in quanto, se le unghie sono troppo lunghe e toccano il pavimento quando l’animale è in piedi, la sua postura ne risente poiché si crea uno spessore che in teoria non dovrebbe esserci. Ecco perché una limatina è ciò che ci vuole: occorre solo attendere che l’amico peloso sia tranquillo e rilassato e che si lasci maneggiare senza agitarsi. Se non sei sicuro di quello che fai, per questa incombenza puoi sempre rivolgerti a chi pratica di professione la toelettatura per cani.
 

Copyright 2011 - Nestlé Purina S.p.a. - P. IVA: 00777280157

Purina TI RISPONDE