Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Roditori sani e felici

I roditori sono l’ordine di mammiferi più numeroso in termini di specie ascritte e comprende circa il 43% delle specie totali di mammiferi attualmente esistenti! Il loro successo è probabilmente dovuto alla piccola taglia, al breve ciclo riproduttivo e all'abilità di rosicchiare e mangiare un'ampia varietà di alimenti.

I roditori sono l’ordine di mammiferi più numeroso in termini di specie ascritte: comprende circa il 43% delle specie totali di mammiferi attualmente esistenti! Il loro successo è probabilmente dovuto alla piccola taglia, al breve ciclo riproduttivo e all'abilità di rosicchiare e mangiare un'ampia varietà di alimenti.

Alimentazione dei roditori

I roditori prendono il loro nome proprio dall’abitudine che hanno di rosicchiare il cibo e qualsiasi altro oggetto a loro disposizione. “Roditore” deriva dal verbo latino rodere, ossia rosicchiare. La maggior parte dei roditori ha un regime alimentare esclusivamente erbivoro, perciò si nutre di foglie, erbe, frutta, cortecce, radici e semi.

Una delle caratteristiche principali dei roditori sono i denti incisivi lunghi e prominenti, che crescono continuamente e si consumano grazie alla masticazione. Anche per questo è importante scegliere una dieta idonea e ricca di fibra, in modo che il veterinario non debba intervenire a molare denti diventati troppo aguzzi o sporgenti tanto da causare ferite al nostro piccolo amico.

In ogni caso, parlando di alimentazione dei roditori, le abitudini e le esigenze alimentari variano a seconda della specie e per questo è necessario seguire le indicazioni di esperti nutrizionisti e veterinari. Per i nostri amici domestici è indispensabile sapere soprattutto quali alimenti evitare per non rischiare che possano nuocere, anche gravemente, alla loro salute.. Prestiamo quindi molta attenzione nella scelta dei cibo dei roditori. I dolciumi in generale andrebbero sempre evitati. La cioccolata è per loro tossica. I semi non sono adatti a tutti i roditori, perché per alcuni sono troppo grassi. La frutta fresca in grandi quantità potrebbe apportare troppo zucchero alla loro dieta.

In caso di cambio di dieta per il nostro amico roditore, fare in modo che non sia brusco e repentino, ma che avvenga molto gradualmente al fine di non scombussolare il sensibile equilibrio del loro apparato digerente.

Esempio di alimentazione specifica nei roditori: la cavia

È importante sapere  una particolarità sull’alimentazione delle cavie: sono intolleranti al lattosio!
Inoltre, la cavia è l’unico dei roditori che, proprio come l’uomo, non è in grado di produrre la vitamina C, che quindi deve essere assunta giornalmente con la dieta; pertanto, nel cibo delle cavie, non devono mancare i peperoni rossi, il cavolo, il prezzemolo o gli agrumi.

Carattere e abitudini dei roditori

Per andare d’accordo con il nostro piccolo amico è necessario per prima cosa conoscere le sue abitudini e il suo carattere. Naturalmente essi variano da specie a specie e, proprio come per noi uomini, anche da individuo a individuo.

Il primo consiglio è dunque quello di prendersi del tempo per stare in loro compagnia e osservarli, ma soprattutto appena arrivati nella loro nuova dimora, far sì che possano ambientarsi in assoluta tranquillità e senza stress.

In generale, siccome la loro natura è di “prede”, quasi tutti i roditori sono molto timidi e si spaventano facilmente. Per questo è bene avvicinarsi sempre in modo delicato e non troppo rumoroso per non indurli subito alla fuga.

Dovranno poi avere anche loro la possibilità di imparare a conoscere chi li accudisce e a riconoscerne l’odore e la voce. E, una volta che saranno nostri amici, sapranno accogliere e cercare le nostre attenzioni e le nostre coccole senza alcun timore.

Manteniamo la loro gabbietta sempre pulita e ordinata e anche per questo ci saranno riconoscenti. Scegliamo un alloggio adatto a loro secondo il consiglio di esperti.

Infine, rispettiamo i loro orari: la maggior parte dei roditori è attiva soprattutto nelle ore crepuscolari, serali e notturne o nelle prime ore del giorno, mentre durante la giornata si appisolano spesso e volentieri. Cerchiamo di non disturbarli quando vediamo che non sono in vena di fare troppo movimento e approfittiamo dei loro momenti di attività per interagire con loro.

 

Copyright 2011 - Nestlé Purina S.p.a. - P. IVA: 00777280157

Purina TI RISPONDE