Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Lettiera per gatti: quale scegliere per l'igiene del tuo felino

La lettiera, per ogni gatto, rappresenta un momento cruciale e delicato della sua quotidianità: ci tiene che sia sempre pulita, comoda, facilmente raggiungibile e che rimanga un territorio privato. È bene, dunque, curarla fin nei dettagli facendo attenzione al tipo di sabbietta che si sceglie.

L’importanza degli odori nella lettiera del gatto

Il primo consiglio è quello di scegliere una lettiera capace di contenere efficacemente gli odori. Il gatto infatti possiede un olfatto molto sensibile e non ama per niente avvicinarsi a luoghi maleodoranti per cui, se al primo bisognino l’aria si sporca, il felino tenderà a disertare l’appuntamento con il suo gabinetto. Bisogna tuttavia stare attenti alle sabbie per gatto troppo profumate in quanto il gatto potrebbe non gradire alcuni odori forti.

La lettiera agglomerante 

Il secondo requisito di una buona lettiera è la sua capacità agglomerante. Questo permette di raccogliere i bisogni in modo efficace e senza lasciare residui nella cassetta, quindi senza dover cambiare l’intera sabbietta ogni giorno. Ma per avere la lettiera sempre pulita si devono rimuovere tutti gli agglomerati almeno una volta al giorno.

La polvere della lettiera? Odiosa per il gatto e non solo 

La lettiera per il gatto deve infine essere confortevole anche alle zampette del diretto interessato e alcuni formati di sabbia potrebbero non piacergli. Meglio quindi fare delle prove prima di scegliere quella più adatta. Ma è anche importante che la sabbia non crei polvere. Alcuni tipi di lettiera per gatto di bassa qualità producono residui che si disperdono nell’aria, danno fastidio al gatto e si incollano anche alle sue zampe procurando fastidiose orme in giro per la casa.

La pulizia della lettiera per gatto 

L’ultimo passo per una lettiera perfetta è la pulizia totale che deve essere eseguita almeno una volta alla settimana, meglio se due. Come disinfettare la cassettina? Generalmente la candeggina va evitata in quanto il suo forte odore non è gradito al gatto. Scegli invece dei disinfettanti naturali come il bicarbonato di sodio, l’acqua ossigenata o l’aceto. Dopo la pulizia e l’asciugatura, versa circa 3 centimetri di prodotto nuovo.

 

Come tenere la lettiera pulita e profumata

Altrimenti, semplificati la vita: scopri le lettiere autopulenti!

Leggi gli articoli del Pet Magazine

Copyright 2011 - Nestlé Purina S.p.a. - P. IVA: 00777280157

Purina TI RISPONDE