Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Come capire se il tuo gatto è malato da piccoli segnali

Anche i gatti, a volte, si ammalano. In questi casi è importante che tu sia in grado di cogliere tutti quei piccoli e grandi segnali che il suo corpo lancia in modo da farlo visitare prima possibile e ricevere i consigli del veterinario di fiducia.

Il gatto malato lancia dei segnali piuttosto chiari sul suo stato di salute. Ogni volta che qualcosa nel suo corpo cambia, puoi accorgertene sia per via di alterazioni del normale comportamento che per piccoli o grandi cambiamenti di abitudini.
Altri segnali importanti riguardano però anche il suo corpo e si manifestano con un’alterazione della bellezza e della luminosità del pelo, degli occhi, dei denti e delle orecchie. Il tuo compito è quello di monitorarlo e capire quando portarlo a fare una visita dal veterinario


I comportamenti sospetti di un gatto malato

Ogni gatto ha un carattere ben definito e se lo conosci sai bene quando il suo comportamento non è corrispondente al suo solito.
Il gatto malato diventa infatti più irritabile, meno socievole, si trascura nell’igiene e tende a voler stare solo più del solito.
Naturalmente, non occorre allarmarsi in quanto può essere che il tuo micio abbia semplicemente avuto una giornata storta, o che sia anziano e abbia qualche doloretto dell’età, ma devi semplicemente registrare i mutamenti e parlarne con un esperto se durano più di un giorno.
Altri indici di malessere che puoi monitorare con calma, e che si verificano molto più lentamente di altri, sono l’opacizzazione del pelo, lo sguardo spento, le orecchie non pulite (che producono cioè sostanze organiche sospette e pus), i denti cariati. 


I cambiamenti di abitudine

A volte il gatto sembra cambiare carattere e abitudine in modo invece repentino. Se verifichi che non si tratta di un episodio isolato, allora puoi provare ad appuntare su un quaderno la frequenza dei comportamenti sospetti e confrontarti con il tuo veterinario di fiducia.
Inizia a osservare il micio se noti una diminuzione dell’appetito, se si mostra indifferente al suo piatto preferito, oppure se ti accorgi che beve molto di meno o molto di più. Le alterazioni dell’appetito e della sete in particolare devono verificarsi, per essere significative, per almeno qualche giorno. 


I segnali più chiari di malattia del gatto

Se i segnali sopra descritti lasciano nel dubbio e richiedono di essere monitorati, ce ne sono altri che invece indicano con certezza che il gatto è malato. Qualora il tuo micio, per esempio, rifiutasse il cibo per 24 ore dovresti subito chiedere un parere esperto.
Un’altra situazione da segnalare senza indugio coincide con l’assenza dei bisogni per un giorno intero. Ma anche vedere il micio indugiare a lungo nella lettiera deve insospettire: se per esempio vedi che entra ma senza far nulla, se lo vedi comportarsi in modo irrequieto e leccarsi i genitali, o se noti tracce di sangue, devi consultarti con un esperto in quanto quasi sicuramente ha delle difficoltà all’apparato urinario.
Un altro segnale negativo, di contro, è il fare troppa pipì, ma anche la consistenza insolita delle sue feci. C’è infine la febbre, che è sempre bene segnalare in quanto non frequente e innocua come negli umani.
 

Copyright 2011 - Nestlé Purina S.p.a. - P. IVA: 00777280157

Purina TI RISPONDE