Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

TUTTO SULLA TARTARUGA: origine, alimentazione e abitudini

È onnivora e vorace, impara velocemente a riconoscere chi la nutre, associando certe azioni, come il muovere la scatola del cibo, che accetta di buon grado anche servitole dalle nostre mani. È la nostra amica a quattro zampe, la Trachemys scriptia elegans, meglio conosciuta come “tartaruga dalle orecchie rosse”. Conosciamola meglio.
 

Origini e abitudini delle tartarughe

 
 Tartaruga d’acqua dolce, originaria del centro e del sud degli Stati Uniti, la sua caratteristica principale è la macchia rossa sulla membrana timpanica.
 
Vive nei piccoli stagni e nei fiumi dal corso d’acqua lento e fangoso con abbondanza di piante acquatiche. Per raggiungere la temperatura corporea ottimale deve esporsi per molto tempo al sole.
 
La Trachemys scriptia non ama avventurarsi sulla terra ferma, se non per deporre le uova.
 
La femmina raggiunge una taglia maggiore rispetto a quella del maschio (si va dai 13 cm per i maschi a 28 cm per le femmine). Se accudita in modo appropriato, può vivere anche più di trent’anni. Capire le sue emozioni, così come quelle di tutti i rettili, non è per nulla semplice.
 

Alimentazione delle tartarughe

 
Si può dire che il suo “indicatore” di felicità sia il buon appetito; al contrario, esprime paura o aggressività quando cerca di nascondersi o addirittura di mordere. In generale, è un animale molto timido: al minimo segno di pericolo si getta in acqua.
 

Curiosità sulle tartarughe

 
La determinazione del sesso della nostra amata tartaruga è legata alla temperatura d’incubazione. Infatti, se le uova sono incubate al di sotto dei 27° C nascono i maschi, al di sopra dei 30° C, nascono le femmine.

Copyright 2011 - Nestlé Purina S.p.a. - P. IVA: 00777280157

Purina TI RISPONDE