Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Pesci rossi e tartarughe: una convivenza possibile?

Vorresti arricchire il tuo acquario con delle tartarughine d'acqua? O, al contrario, allevi le tue tartarughe in un acquaterrario e vorresti ricreare invece un ambiente naturale con anche dei pesci rossi?

Prima di procedere, è necessario chiarire alcuni dubbi e studiare i passi da compiere. Chiedi consiglio al tuo negoziante di fiducia e leggi questi consigli! 

Le dimensioni e la struttura dell'acquario

Le tartarughe hanno bisogno non solo di acqua per nuotare, ma anche di una sorta di bagnasciuga, in cui deambulare e stare all'asciutto. Ecco perché un acquario per pesci e tartarughe deve prevedere ampi spazi e ambienti diversificati: acqua bassa, acqua alta, parte emersa.

Uno dei meriti maggiori di tali ambienti diversificati è che, a differenza degli acqua terrari classici, qui le tartarughe trovano una maggior profondità per nuotare liberamente. Per i pesci rossi è invece fondamentale la presenza di folta vegetazione in cui nascondersi e sentirsi, se necessario, al sicuro. Attenzione: i filtri di questa struttura devono essere solidi e ben funzionanti. Le due specie insieme producono molti scarti e la pulizia dell'acqua è fondamentale per il loro benessere.

Le dimensioni e la scelta degli animali

Le tartarughe crescono moltissimo rispetto alle dimensioni iniziali: rifletti bene sulle misure della vasca da scegliere. È meglio quindi non affiancarle a pesci troppo piccoli, che potrebbero essere scambiati per bocconi succulenti, e studiare un ambiente che permetta a tutti di nuotare liberamente, senza ostacolarsi al passaggio.

Controlla inoltre la temperatura dell’acqua: deve essere adatta ad entrambe le specie ospitate! Se seguirai queste indicazioni potrai optare senza problemi sia per un mix tra tartarughe e pesci rossi, sia per una composizione nell'acquario di casa che le veda insieme a pesci tropicali diversi.

Le tartarughe non mangiano i pesci? 

Altro elemento fondamentale è quello di osservare attentamente l'inizio della convivenza: intanto, è bene controllare che le tartarughe non siano mai affamate: se ben nutrite e appagate dal loro cibo, difficilmente infatti cercheranno di attaccare gli altri pesci dell'acquario.

Spesso i pesci nuotano incuriositi intorno alle tartarughe non appena queste arrivano nell'acquario, ma, dopo qualche giorno, le due specie tendono a ignorarsi e passare le loro giornate in assoluta tranquillità. Se invece ti accorgessi del contrario, è bene correre ai ripari e trovare nuovi lidi diversificati in cui ospitare i piccoli animali di casa.

Scopri come allestire al meglio un acquario

Scopri gli altri articoli del Pet Magazine

 

Copyright 2011 - Nestlé Purina S.p.a. - P. IVA: 00777280157

Purina TI RISPONDE