Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

È primavera, scocca l'amore tra gli uccellini da appartamento

Con l'arrivo delle temperature miti i nostri uccellini di casa si accoppiano, proprio come avviene per quelli in natura. Ecco cosa accade e come affrontare questo momento delicato.

È primavera: i nostri piccoli animali di casa si risvegliano, proprio come accade a noi con l'arrivo della bella stagione. In particolare, se hai uccellini in casa - canarini o cocorite, cardellini, diamantini e così via – ti sarai accorto che, con il sopraggiungere delle temperature più miti, arriva il tempo dell'accoppiamento. Proprio come avviene in natura, anche gli uccellini da appartamento affrontano il periodo riproduttivo.

Per questo motivo è necessario preparare al meglio lo spazio e l'ambiente per permettere l’accoppiamento degli uccellini, la cova delle uova e la nascita dei piccoli, creando una situazione che li renda tranquilli e consenta loro di nutrire e curare la prole senza paure e pericoli.
 

Aiutare l’innamoramento della coppia di uccellini di casa

Ogni specie ha le sue regole precise, per questo ti consigliamo di consultare il tuo negoziante di fiducia, o un libro che spieghi passo passo la procedura da adottare, ma vi sono comunque accorgimenti comunia tutti. Intanto, una volta scelti gli esemplari di uccellini da far accoppiare (che devono essere giunti a maturità sessuale e non devono essere fratelli), è bene che inizino a stare vicini. Ci vorranno almeno 10 giorni prima che si abituino l'uno all'altro, “annusandosi” e conoscendosi bene. Per farlo, è utile una speciale casa dedicata alla cova, dove la coppia di uccellini da appartamento inizierà il suo corteggiamento e dove poi verranno deposte le uova, covate, e si schiuderanno poi per far nascere i piccoli, detti pulli. Le sue dimensioni cambiano a seconda del tipo di uccellino, ma se devi sceglierla, cercane una che sia anche comoda da ispezionare, ripulire e controllare.

Il nido degli uccellini da appartamento

Per tutto il periodo del corteggiamento, della cova e dell'allevamento dei piccoli uccellini appena nati dalle uova, è bene che i due genitori si nutrano abbondantemente, per dar loro la forza di affrontare questo momento importante di accudimento. Quando ti accorgi che i due uccellini iniziano a cercarsi, a beccarsi, ad agitarsi e a cantare in modo diverso, ecco giunto il momento di inserire il nido. Qui, dopo l'accoppiamento vero e proprio e la fecondazione, nel giro di dieci/venti giorni vedrai comparire gli ovetti, diversi in numero e colore a seconda della specie che ospiti.

La nascita degli uccellini

Anche la durata della cova cambia da uccello a uccello, ma quando questa si conclude ecco il momento magico della nascita dei pulli: le uova si dischiudono e questi piccoli esserini, ancora spiumati, vedono la luce. Qui il lavoro dell'uomo è fondamentale: bisogna controllare attentamente che le uova si siano aperte perfettamente e i pulli non siano rimasti incastrati, aiutandoli eventualmente a uscire.

I piccoli resteranno per un periodo nel nido, lasciandosi nutrire dai genitori. Anche in questo caso, l'osservazione diretta ti farà capire se tutto si sta svolgendo a regola d’arte o se è il caso di intervenire. Quando saranno pronti per uscire dal nido, ricorda di non rimuoverlo: i piccoli vi trovano riparo nella notte, e, spesso, dopo una prima covata, i genitori decidono... di affrontarne una seconda!

Copyright 2011 - Nestlé Purina S.p.a. - P. IVA: 00777280157

Purina TI RISPONDE