Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Adottare un cane: canile o allevamento?

Quando si decide di accogliere in famiglia un cane, la parola d’ordine è informarsi. Ci sono infinite indicazioni di cui tenere conto e notizie da apprendere, a cominciare dall’ente a cui rivolgersi per trovare il proprio amico a quattro zampe ideale: canile o allevamento? Si tratta di due luoghi completamente diversi che hanno a che fare con realtà distanti, è bene quindi capire che cosa si sta cercando prima di rivolgersi all’uno o all’altro.
 

Il canile 


Il canile è una struttura che accoglie i cani senza famiglia. Si sostenta fra mille difficoltà grazie anche ai benefattori e al volontariato, aiuta qualsiasi tipo di quattrozampe in attesa di essere adottato ma si prende cura anche dei casi disperati. Accogliere in casa un cane proveniente dal canile è quindi un gesto generoso che aiuta non solo il cane ma il canile stesso a portare avanti il proprio lavoro. Tutto questo però non significa che ci si debba sentire obbligati ad adottare dal canile in quanto si tratta di una scelta condizionante e per farla bisogna davvero essere convinti.
 

Fattori su cui riflettere prima di rivolgersi al canile


Il cane del canile solitamente è un cane adulto con una lunga storia, molto spesso infelice, alle spalle. Quasi certamente è un cane abbandonato dal proprio padrone, a volte maltrattato, che ha bisogno di tanto amore ma anche di pazienza: spesso infatti deve essere rieducato e comunque seguito con lo speciale riguardo che si deve a chi ha sofferto molto. Ha bisogno di cure, attenzioni e tempo, che non tutti sono in grado di offrire. Ma ci sono anche tanti aspetti positivi per questa scelta. Il cane del canile infatti sa già molte cose del mondo e non serve insegnargli dove fare i bisogni, l’arte della pazienza o come vivere in una casa. Le soddisfazioni e l’amore che è in grado di dare, infine, ti sorprenderanno perché lui non aspetta altro che un compagno umano a cui dare tutto se stesso e a cui per sempre esprimerà in tutti i modi la propria gratitudine.

 
L’allevamento
 

Il mondo degli allevamenti è vasto e vario: occorre prima di tutto informarsi sulla serietà della struttura a cui ci si rivolge e solo dopo pensare all’adozione. Chi va alla ricerca di un allevamento ha di solito le idee chiare: vuole un cucciolo da educare partendo da zero, e magari di una certa razza. Queste sono ragioni valide e rispettabili e quando si adotta un cane non bisogna sentirsi obbligati a salvarlo dal canile poiché bisogna sempre seguire il cuore. Del resto l’allevamento è gestito da persone innamorate dei cani, che hanno fatto della propria passione un mestiere e che con molta serietà cercano la felicità per i propri tenerissimi cuccioli. Anche loro del resto hanno bisogno di una casa e di tanto amore! Insomma, ognuno ha le proprie personali ragioni e anche il cagnolino di razza è da preservare e accogliere a braccia aperte.

 
Perché rivolgersi all’allevamento
 

Chi si vuol rivolgere agli allevatori deve farlo dopo aver ponderato alcuni fattori. In certi casi si desidera un cane con pedigree e con tutte le garanzie che facciano stare tranquilla l’intera famiglia. L’allevamento offre tutte le garanzie del caso: la razza è certificata, si conosce l’indole del cane, si possono incontrare anche i genitori e spesso l’allevatore si preoccupa di far incontrare il cane e la famiglia con le maggiori affinità possibili. Insomma, anche le ragioni che fanno propendere per l’allevamento sono ottime, soprattutto quando frutto di una sincera riflessione che porta a capire se una famiglia non ha i mezzi e il tempo per dedicarsi al cane del canile che può necessitare di maggiori cure. La scelta ponderata, in entrambi i casi, porta a una vita felice per tutti i componenti, canini e umani, della famiglia.
 
Cerchi un nuovo amico a quattro zampe? Guarda gli annunci di Petpassion.tv > https://www.petpassion.tv/ad/search/pet

Copyright 2011 - Nestlé Purina S.p.a. - P. IVA: 00777280157

Purina TI RISPONDE